Indice del forum

Spider-Man Community

Comunità italiana dei fans di Spider-Man, fra i fumetti dell'Uomo Ragno ed il film Spiderman

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Libertà di pornazzi in USA!
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Off-topic
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
Zapman








Registrato: 30/06/04 11:09
Messaggi: 25
Zapman is offline 

Località: Roma




MessaggioInviato: Mer Giu 30, 2004 12:31 pm    Oggetto:  Libertà di pornazzi in USA!
Descrizione:
Rispondi citando

Fermata la legge che limita l'accesso dei bambini
I giudici: "Viola il diritto di espressione"
Usa, porno libero su Internet
la Corte Suprema boccia i "filtri"

dal nostro inviato VITTORIO ZUCCONI



WASHINGTON - Per proteggere un grande ed essenziale bene comune, la libertà di espressione, la Corte Suprema deve turarsi il naso e accettare un male, la pornografia. Nella scelta lancinante e forse impossibile tra la libertà di espressione e la protezione dei bambini, la Corte costituzionale americana è stata costretta a schierarsi dalla parte della libertà di espressione e difendere, recalcitrante, ciò che non avrebbe voluto difendere, gli spacciatori di sesso via internet. Bloccare il porno in Internet è incostituzionale.

Divisi, contrastati, niente affatto sicuri di avere fatto la scelta giusta come invece due giorni or sono fecero a larga maggioranza sui diritti legali dei sequestrati di Guantanamo negati da George Bush, le vestali della Costituzione hanno deciso per cinque voti contro quattro che lo stato dell'arte, la tecnologia, non consentono di "filtrare", come si dice nel ciber-gergo, di bloccare l'accesso dei minori alla infinita galassia dell'osceno senza limitare il diritto di tutti alla libertà di comunicazione di espressione.

Erano stati prima Clinton e poi Bush, per una volta allineati su un terreno che unisce liberal e conservatori, destra e sinistra, a muovere il ministro della Giustizia all'attacco dei siti porno che stanno proliferando ovunque come parassiti nel campo di Internet e non soltanto coinvolgono, ma puntano alla seduzione del pubblico più vulnerabile, i più giovani. Attraverso una nuova legge, e con querele contro i mercanti di "smut", di porcherie, avevano chiesto ai tribunali ordinari di imporre meccanismi per oscurare quei siti e impedire l'accesso ai minori di 18 anni. Si era tentato con le carte di credito, le "password", le firme elettroniche per assicurare che l'utente fosse un adulto.
PUBBLICITA'


Ma come già in passato aveva fatto vittoriosamente Larry Flint, l'editore di Hustler, uno dei più truci settimanali porno, anche i produttori dei 372 milioni di pagine elettroniche dedicate a ogni forma di sesso e di perversione in 68 milioni di siti, si erano difesi agitando il Primo Emendamento della Costituzione, quello che proibisce al Parlamento, e all'Esecutivo, di promulgare leggi o prendere misure che limitino la libertà di espressione. E il caso è inevitabilmente rotolato laddove tutte la grandi controversie sociali, legali e costituzionali finiscono negli Stati Uniti, sul lungo tavolo dei nove Supreme Justices a Washington, le due donne e i sette uomini della Corte Suprema. Tra i quali un giudice, Clarence Thomas, che fu accusato pubblicamente durante le udienze in Senato per la sua conferma, di essere un entusiastico consumatore di film sexy.

E cinque di loro, con il dispositivo finale scritto dal settantenne giudice Kennedy, hanno dovuto a malincuore concludere che la tecnologia dell'oscenità ha saputo correre più veloce della giurisprudenza. Gli strumenti indicati dal Parlamento per bloccare l'accesso erano troppo rudimentali e drastici e avrebbero "limitato il legittimo accesso di cittadini adulti al medium di Internet" che devono mantenere il loro diritto a vedere e leggere e produrre. Come ha commentato uno degli avvocati della American Civil Liberties Union, l'associazione libertaria che sempre difende la sacralità dei diritti costituzionale anche a prezzo di grande impopolarità come in questo caso, la "Corte ha dovuto riconoscere che la situazione era quella di una famiglia costretta bruciare la casa per distruggere gli scarafaggi" e per difendere la casa della Costituzione, allo stato attuale della tecnologia, si è costretti a sopportare la presenza degli insetti.

Ma neppure le cinque "toghe nere" che hanno scelto di stare dalla parte della libertà di espressione infestata da parassiti che incassano 12 miliardi di dollari all'anno via Internet soltanto negli Usa (più delle tre massime network televisive nazionali) sono convinti che pornografia e libertà siano sinonimi. Hanno rinviato il caso ai tribunali di grado inferiore, perché riesaminino, insieme con gli avvocati del governo, il caso e studino quali modifiche possano essere fatte alla legge per renderla compatibile con il sacrosanto "primo emendamento". Non è stata dunque una segnalazione di via libera, né un'assoluzione, quella che la suprema magistratura costituzionale ha concesso ai piazzisti del porno, ma una proroga in attesa che l'industria di Internet trovi l'insetticida giusto per sterminare gli scarafaggi senza distruggere la casa.


(30 giugno 2004)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Adv



MessaggioInviato: Mer Giu 30, 2004 12:31 pm    Oggetto: Adv






Torna in cima
Venom








Registrato: 29/06/04 23:49
Messaggi: 111
Venom is offline 

Località: Profondità dell'inferno
Interessi: ovviamente supereroi (certo il grande uomo ragno), videogiochi, cazzate e donne
Impiego: giustiziere oscuro


MessaggioInviato: Mer Giu 30, 2004 12:35 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Dai ma queste cose solo in America possono succedere. Un minimo di decenza e civiltà manteniamola
_________________
Da un grande potere derivano grandi responsabilità

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato MSN Messenger
Diable Blanc

Moderatore






Registrato: 11/06/04 16:21
Messaggi: 54
Diable Blanc is offline 

Località: Galliate (NO)




MessaggioInviato: Mer Giu 30, 2004 1:00 pm    Oggetto:  Re: Libertà di pornazzi in USA!
Descrizione:
Rispondi citando

Gli americani sono telmente ossessionati dal Primo Emendamento che in suo nome saprebbero giustificare le cose più assurde.

Nel caso specifico devo dire che non hanno del tutto torto i giudici quando dicono che

Zapman ha scritto:
hanno dovuto a malincuore concludere che la tecnologia dell'oscenità ha saputo correre più veloce della giurisprudenza. Gli strumenti indicati dal Parlamento per bloccare l'accesso erano troppo rudimentali e drastici e avrebbero "limitato il legittimo accesso di cittadini adulti al medium di Internet" che devono mantenere il loro diritto a vedere e leggere e produrre. Come ha commentato uno degli avvocati della American Civil Liberties Union, l'associazione libertaria che sempre difende la sacralità dei diritti costituzionale anche a prezzo di grande impopolarità come in questo caso, la "Corte ha dovuto riconoscere che la situazione era quella di una famiglia costretta bruciare la casa per distruggere gli scarafaggi" e per difendere la casa della Costituzione, allo stato attuale della tecnologia, si è costretti a sopportare la presenza degli insetti.


Una cosa ci tengo però a precisare sulla Corte Costituzionale:

Zapman ha scritto:
Divisi, contrastati, niente affatto sicuri di avere fatto la scelta giusta come invece due giorni or sono fecero a larga maggioranza sui diritti legali dei sequestrati di Guantanamo negati da George Bush,


La larga maggioranza era di 6 giudici su 9.
Per ben 3 giudici era perfettamente legale che centinaia di persone rimanessero detenute e private di ogni diritto civile, compreso quello alla difesa.
E non stiamo parlando di terrorist colti in flagranza, ma di persone sospettate di terrorismo.

_________________
<img src=http://www.lediableblanc.com/gallery/uncanny/uncanny366-edit-1.jpg>
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Sentry








Registrato: 30/06/04 14:11
Messaggi: 22
Sentry is offline 






MessaggioInviato: Mer Giu 30, 2004 2:24 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Voglio andare a vivere in america Razz
_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Cikke








Registrato: 30/06/04 18:42
Messaggi: 2
Cikke is offline 






MessaggioInviato: Mer Giu 30, 2004 6:50 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

gli americani su certe cose sono avanti, su altre totalmente indietro.



mah............
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
RED








Registrato: 20/07/06 00:08
Messaggi: 27
RED is offline 

Località: caserta
Interessi: spiderman,calcio,computer
Impiego: studente


MessaggioInviato: Gio Lug 20, 2006 12:19 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

lo dico sempre la testa degli americani nun è bona. Exclamation
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Off-topic Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ore
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare files da questo forum





Spider-Man Community topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008